Madeinadd per To.Tem: le soluzioni di stampa 3D perfette per la produzione di singoli componenti

Home > Blog > Madeinadd per To.Tem: le soluzioni di stampa 3D perfette per la produzione di singoli componenti

In questa case history esamineremo come le tecnologie di Additive Manufacturing selezionate da Madeinadd hanno portato concreti benefici a un’azienda che era alla ricerca di un partner strategico per la realizzazione di un nuovo componente, in ottica di sviluppo di una potenziale produzione in serie.
Un esempio di come l’utilizzo della stampa 3d stia diventando sempre più essenziale nelle dinamiche produttive di oggi. 

Chi è To.tem

Logo To.Tem

Analizziamo innanzitutto il committente:
To.Tem è una start-up torinese, nata
nel 2020. Un’azienda che ha come obiettivo quello di rendere la mobilità più sostenibile e alla portata di tutti, attraverso la progettazione e l’ingegnerizzazione di soluzioni per la mobilità elettrica.  
 
To.Tem viene creata dall’idea di alcuni ingegneri che sono riusciti a mettere in campo le competenze e il background derivanti dall’esperienza acquisita nel campo automotive. Persone che  hanno deciso di contribuire al mondo di domani sviluppando veicoli per la micromobilità contraddistinti da elevata qualità rigorosamente Made in Italy. 

Com’è nata la collaborazione con Madeinadd

  
To.Tem, startup innovativa, aveva la necessità di realizzare singoli pezzi dei suoi mezzi in un tempo molto breve, considerando i rapidi mutamenti del mercato della e-mobility. Per questo, ha pensato alla manifattura additiva per la realizzazione di sottocomponenti da assemblare con quelli realizzati da tecnologie tradizionali.

Il tipo di risposta fornita da Madeinadd – a sua volta un’azienda giovane e snella – è stata ritenuta assolutamente in linea con le esigenze di To.Tem, in particolare per gli aspetti attinenti a tempi di consegna, modalità di realizzazione e flessibilità.

Fattori che hanno gettato le basi per un’efficace partnership tra queste due realtà.
 

Scopri come rendere più efficienti i processi produttivi attraverso l'utilizzo della tecnologia Additive Manufacturing. Scarica gratuitamente la nostra guida!

Come opera Madeinadd nell’utilizzo della stampa 3D 

Madeinadd agisce come tier 1 digitale, ovvero capocommessa rispetto all’intera supply chain: in relazione alla determinata esigenza di un cliente, individua tecnologia, materiali, sviluppo e fornitori garantendo inoltre il miglior design e il controllo qualità sul prodotto finito. 

In altre parole, Madeinadd ha fatto in modo che To.Tem eliminasse il dispendio di tempi ed energie nella ricerca di fornitori in outsourcing che potessero essere adatti alla realizzazione dei componenti, scegliendo quello più idoneo sulla base della competenza e dell’esperienza a 360° nell’utilizzo della stampa 3D. 

Lo sviluppo del progetto:

Additive Manufacturing

L’esigenza specifica di To.Tem era quella di realizzare un portaluce posteriore per un modello di monopattino elettrico. Un componente per il quale la startup aveva inizialmente pensato alla tecnologia tradizionale, attraverso uno stampaggio a iniezione. Un’ipotesi poi scartata per via dei costi delle attrezzature necessarie a produrre i componenti, ma anche dei tempi, richiedendo circa 3 settimane dalla progettazione all’effettiva realizzazione, oltre agli elevati costi che l’intero procedimento avrebbe comportato. 

La soluzione individuata da Madeinadd

Le competenze di Madeinadd hanno portato a individuare una soluzione in grado di produrre il pezzo con tecnica additiva di tipo MJF.
Si tratta, più precisamente, della tecnologia  HP Multi Jet Fusion (MJF) una modalità di stampa industriale 3D
su letto di polvere.  

Questa tecnologia permette di realizzare oggetti accurati e funzionali, che possono anche prevedere geometrie complesse, difficilmente realizzabili attraverso i processi di produzione tradizionali. Attraverso il MJF, invece, è possibile produrre più componenti contemporaneamente, contraddistinti da dettagli curati e ottima finitura. Tutto questo in tempi estremamente rapidi. 

Il materiale utilizzato

Il materiale usato è il poliammide 12 (o nylon 12) - PA12, fra i più richiesti e diffusi a livello industriale. Le caratteristiche principali sono date da un buon livello di resistenza meccanica in combinazione con le temperature di esercizio.

In questo caso si è rivelato adattissimo in quanto resistente agli urti e agli agenti atmosferici - quindi funzionale a essere integrato su un monopattino.
 

Gli aspetti più apprezzati dal committente


Madeinadd mette a disposizione dei propri clienti una piattaforma digitale al fine di offrire i vantaggi dell’utilizzo della stampa 3D a ogni realtà produttiva. Un ulteriore valore aggiunto di Madeinadd è rappresentato dall’assistenza completa, step by step, pur attraverso una piattaforma digitale. 

L’approccio di Madeinadd è quello di prendere il cliente per mano, consigliandolo nella scelta della miglior combinazione di tecnologia e materiali in rapporto all’esigenza progettuale, sgravando il cliente stesso da ogni incombenza a partire dalla ricerca dei singoli fornitori. 

La base per instaurare un rapporto di lunga durata. 

New call-to-action